Della grafica, dei ringraziamenti e dei buoni risultati!

Articolo di grafica, oggi.
Eh sì. È che mi han detto “…ma come? Non hai fatto il book-trailer?” come se fosse la cosa più stupida del mondo pubblicare un libro e non realizzare un book-trailer.
“Aspetta aspett… che?”  ho risposto come la sorella di Elsa poco prima di svenire davanti alla battuta del troll che gli dice “Vi state sposando!”. Chi non sa di cosa sto parlando corra a guardare Frozen: il regno di ghiaccio.

Così ho cominciato a trabaccare con winzozz movie maker e ho montato musiche, immagini, testo… niente.
Il problema era la copertina: originale, per carità, ma un pelino scarna. Che non lascia trasparire minimamente il certosino lavoro che ho messo dentro i libri, anzi: suggerisce il contrario, ovvero una di quelle cose che si trovano su wattpad, ilmiolibro, goodreads e quant’altro, di sedicenti autori come me, ma con scarsa attenzione per la qualità del testo.

Non voglio tirarmela, sia chiaro, ma ogni mio libro è sottoposto a vari beta-readers e (sarà sottoposto) ad un editor professionista prima di essere venduto a prezzo pieno. Trovo scorretto far pagare per un libro non editato, con più di 1-2 refusi ogni 100 cartelle (qualcuno può comunque sfuggire, succede anche ai “big”… purtroppo!) e con buchi di trama, coerenza e quant’altro. Chi mi segue sul blog si è già imbattuto sul “come la penso”.

copertina2Ecco: la mia copertina, scritta e disegnata da me, riassume in pieno tutti gli elementi della trama. C’è la tortiera infranta, l’ombra del bastone di Colle Ondoso e, giocoforza, di chi ci vive dentro e il sangue che sottintende a qualcosa di più di un semplice “furto” dolciario. Se vedi qualcosa che non va hai ragione. Pur essendo la copertina “meno peggio” fa un po’ schifo.  Cioè: ho evitato di comprare libri per molto meno.

Dunque ho preso il fido Facebook e ho lanciato un accorato appello a grafici e illustratori che, dietro un modico compenso (non navigo nell’oro) potessero darmi un suggerimento e una mano.

Ed ecco che prima di svelare il nome di chi ha trasformato questa copertina artigianale in un prodotto di altissima qualità mi sprofondo in una lunga serqua di ringraziamenti verso tutti coloro che, con una parola gentile o con tanti suggerimenti utili, o addirittura entrambi, mi ha suggerito, proposto, aiutato a trovare la mano più adatta a rappresentare graficamente le mie storie.
Prima fra tutti Teresa Marzia, disegnatrice bonelliana dalle cui chine han preso vita alcune delle incarnazioni di Jonathan Steele e dei vari personaggi che caratterizzano quel bellissimo fumetto (e dei cui disegni mi sono innamorato al primo colpo). A seguire Riccardo Crosa, papà di Rigor Mortis (tra gli altri) e sul quale avevo fatto un pensierino.
Un grazie a Marco Addati che col suo stile ironico e sognatore mi ha dato alcuni spunti utili e pure a Valentina Modica che mi ha addirittura creato un bozzetto “al volo” sfoggiando un intuito davvero acuto nel cogliere l’idea di fondo. Loredana Vega mi ha proposto qualcuna delle sue fotocomposizioni, molto belle… anche io avevo fatto una fotocomposizione, ma solo vendendo le sue (anni luce migliori delle mie) ho capito che dovevo smettere e puntare sul disegno creato ad hoc… da qualcun altro. Un grazie a Isotta Sturlese: il suo tratto delicato, quasi magico nel chiaroscuro, mi ha indirizzato verso il disegno a colori e fatto capire di cosa avevo bisogno dentro al disegno. Manuela Avano mi ha bombardato di suggerimenti su ambientazione, messaggi grafici e stile (l’idea di citare Hugo Pratt mi è piaciuta molto) e Cristina Pezzica che mi ha dedicato un lungo commento sulle copertine realizzate da me, preciso e puntuale: grazie, la tua critica è stata utile e soprattutto costruttiva! Marco Della Verde che mi ha proposto il suo stile fumettoso e colorato e infine Simona Trivisani, che mi ha passato un nutrito elenco di artisti tra cui quelli appena citati. Tutti voi mi avete dato suggerimenti, disegnati o scritti o entrambi, che ho amalgamato, mescolato, lasciato decantare e infine cucinato a puntino. Con una ricetta simile ho liberato la mia creatività lungo binari molto più precisi di quelli che mi avevano portato a disegnare un piatto rotto… in altri termini mi sono chiarito bene le idee su cosa volere e cosa non volere da titolo e copertina.

A quel punto ho trovato anche la “mano” giusta, quella di Gianluca Serratore, disegnatore dello splendido Zeto un “supereroe” con il naso da clown, che ha accompagnato tante letture intense e commoventi. cov_torto_0-0

Ed ecco il risultato passo dopo passo, dal bozzetto iniziale, al disegno dettagliato, al colore..

Cov_TORTO_0.6-V.png…e già così avrei detto “wow” va bene!

però così è proprio tutta un’altra cosa. Un paio di aggiustatine sul testo in basso, ma posso dire che ha colto tutto quel che c’era da cogliere di Conrad e del suo mondo: luci e ombre.

copertina

E adesso c’è da rimontare il file e-pub con la nuova copertina, attendere che Amazon faccia il suo lavoro e poi… dirlo a tutti.

Annunci

5 pensieri su “Della grafica, dei ringraziamenti e dei buoni risultati!

  1. La nuova copertina è senz’altro migliore.
    Ho però delle critiche.

    Il titolo va più scostato dal nome, così è troppo appiccicato.

    L’indirizzo web in copertina “nun se po’ vede’” 😀

    Quel quadrato bianco con scritto 1 sta male, ma soprattutto che è?

    Liked by 1 persona

    • Come mai “non si può vedere”? Sono realmente inesperto al riguardo.
      L’esagono doveva uscire a sinistra e trasparente, con il numero della collana: è il logo della serie. Se mai dovesse uscire in cartaceo finirebbe sulla costina, in alto, seguito dal titolo.
      Non si può chiamare “saga” perché ogni storia, pur avendo una sorta di main quest in sottofondo, è autoconclusiva.
      Però lì dentro ci metto il numero di indice.
      Per nome e titolo ci ho pensato e faccio in fretta a separare… è che ci vuole pazienza: il PSD di origine pesa 300 mega.
      Mo’ sento l’amico Serratore e gli parlo delle correzioni da apportare. Posso farle anche io, ma il mio PC ha Gimpshop installato e per fare una modifica su quel file impiega 3 minuti.

      Mi piace

I commenti sono chiusi.