L’ombra scarlatta – 2

Fine Ecco qua l’ultima frase, quella che compare in fondo alla versione n°14 del libro. Nella precedente c’era già un finale, ma mi pareva inutilmente lungo.

Adesso comincia il lavoro meno avvincente, ma pure necessario: correggere gli errori, perché io e la lingua italiana, talvolta, siamo in disaccordo. Aldilà dei refusi che il correttore ortografico trova e degli errori dovuti a parole sbagliate, ma sintatticamente corrette come “alzò gli occhi al cella” dove evidentemente c’è un errore, dovuto alla battitura e al completamento automatico delle parole, ma il correttore non vede e non segnala, ci sono altre situazioni che devono essere corrette. Talvolta cambio soggetto all’interno di un periodo e quindi non si capisce più chi è che fa cosa, talvolta uso un congiuntivo là dove ci deve essere un condizionale e altre cosette di sintassi che vanno sistemate, o mi esce fuori una cosa non di qualità.

Dovrei prendermi un editor, cioé una persona che per mestiere fa proprio questo… ma anche no. E’ il mio hobby. Adesso lascerò il libro a riposare in una cartella sull’hd e mi dedicherò a tutto il contorno: disegnare le mappe, disegnare la copertina e preparare la grafica da inserire all’interno del libro.

Per le versioni successive abbandonerò open office e passerò a Sigil, dove integrerò la grafica nel testo, ma se ne riparla dopo metà aprile.

Annunci